Direttamente dal cuore - spazioniscemi

Spazioniscemi
Menu
Vai ai contenuti

Direttamente dal cuore

Gocce di cultura
                                                                                                   Autunno
L'ancora

La vita

Caducità

Nido

Non senso

La Vita
Goccia di rugiada che duri una notte  e al mattino svanisci…


Insieme
Insieme ascoltare i nostri pensieri
Insieme sentire l’armonia dei nostri dialoghi.
Insieme capire l’intensità dei nostri sguardi.
Insieme sentire il battito dei nostri cuori.
Insieme avere voglia di stare vicini.
Insieme sentire il profumo della nostra pelle.
Insieme vibrare intensamente.
Insieme chiudere gli occhi e …
sprofondare nel rosso più profondo.


Come fu bella e come fu grande la nostra passione.
Così grande che le cellule del mio corpo ne sono ancora imbevute,
come una spugna che conserva l’acqua marina che la nutrì.
Perché dopo, mia cara, è stata solo acqua dolce,
spesso dolciastra.
Antonio Trabucchi

Le era entrata nel cuore.
Passando dalla strada degli occhi e delle orecchie le era entrata nel cuore.
E lì cosa faceva?
Stava.
Abitava il suo cuore come una casa.
Lamarque

Sapeva che era l’ultima volta che la vedeva e voleva riempirsi
la memoria di lei per non scordarsela mai più
Ammaniti.


Onde
Come onde sospinte dal vento.
In un oceano infinito, ci siamo incontrati.
Vivendo dolcissime emozioni,
distesi su un tappeto di sabbia dorata,
risucchiati in un abbraccio infinito.
Di noi, solo bianchiccia schiuma.



Dagli occhi, prestati al mio cuore,
scendono lacrime d’amore per te.


Tempo

Oh! tempo beffardo
che con il tuo trascorrere lento,
nell’ attesa di riempire il mio cuore
con emozioni desiderate,
ti prendi gioco di me.
Tu, che come in un sadico svago,
ti diverti a misurare sguardi, odori, rumori,
sensazioni e desideri tormentosamente bramati.
Tu, che nell’ età passata eri già infinitamente lento,
oggi, con il tuo trascorrere indolente,
sei tornato a straziarmi.
Sei tornato per rendere l’anima mia infelice e disperata,
costringendo i miei occhi a parlare con gocce di tristezza,
che rigandomi il viso si insinuano voluttuosamente,
con il sapore di Lei, tra le mie labbra arse di desiderio,
arroventandomi il cuore.
Tu che nel tuo continuo variare
mi impedisci di vedere ciò che più desidero al mondo.
Ti prego, sii più generoso
Scandisci velocemente i tuoi respiri nell’attesa
e rallentali, infinitamente, quando Lei è con me.
Tempo! Fermati.
Fammi assaporare la sua pelle,
fammi inebriare dei suoi profumi,
fammi navigare infinitamente nel suo mare di passione.


L'àncora

Sento che la mia vita si sta frantumando inesorabilmente
Sento che tutti quanti i miei sogni stanno svanendo.
Sento che la sartia della mia ancora si sta sfilacciando
Ho capito che andrò alla deriva.
Lascerò il mio corpo al sole e mi farò asciugare
Sino a quando Tu, ultima goccia della mia anima
non mi abbandonerai per sempre.

Nido
Per noi vorrei costruire un nido.
Un nido ovattato, per addolcire ogni parola,
ogni pensiero, ogni sguardo
e per mantenere immutato
quanto provo per te,
aggiungerei pareti di gomma,
in modo che tutto continuasse
a rimbalzare all’infinito

Tristezza

Come nebbia sottile cali all’improvviso.
Entri silenziosa, mi stravolgi e
mi pervadi la mente, sconvolgendo
l’armonia di arabeschi colorati.
Il grigio sempre più grigio si insinua.
I pensieri s’intrecciano, la testa mi scoppia,
mi sento solo e ho paura.
Paura di non sentire più la tua voce
Paura di non potermi specchiare più nei tuoi occhi.
Paura di non vedere più i tuoi sorrisi per me.

         
            Oceano



                    Se


            Tristezza


                       Puzzle

    
    Cortometraggio

         Palpito

      Stati d'animo

           Tempo

       Voglia di Te

         Nostalgia

Title
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.








Torna ai contenuti